Menu

L'ultima fatica dei Gravestone è questo strano ma intrigante mix fra un lyric video e un videoclip vero e proprio, registrato, lavorato e post-prodotto da Giovanni Masotti e Daniele Coccia di "Videò". Sarete travolti da un fiume di note, di sensazioni e di emozioni che vi "costringeranno" a guardarlo molte volte per apprezzare ogni minimo dettaglio; insomma, un'esperienza nella quale non saprete dove posare (e riposare) gli occhi.
La canzone è "The Deathwish" inclusa nel primo album "Simphony of Pain" (rigorosamente con la "i") del 1994 e ri-arrangiata dalla formazione attuale, quella dell' Ep "Proud to be Dead" (salvo un paio di nuovi ingressi in line-up). Da qui, l'idea di sfornare un Ep chiamato "Simphony of Dead", che include anche un altro brano del primo disco: la frenetica "The children are Waiting"; quest'ultima sarà sprovvista di videoclip, ma potrete trovarla nelle versioni digitali e fisiche (surprise edition 😜) di "Simphony of Dead". I brani sono editi per Elevate Records, registrati e mixati al "Trick Studio" di Andrea Mattei e sono stati masterizzati nei "Finvox Studios" da Mika Jussila (Stratovarius, Lordi, Nightwish ecc); l'artwork è stato realizzato da Gianluca Carlini di "JVA - Jahn Vision Art".

Il lavoro è disponibile in anteprima su spotify e dal 29 su tutte le piattaforme digitali

Un breve riepilogo di ciò che è stato, di quello che è, e cosa succederà:

I Gravestone nascono nell'ottobre del 1992, con questa formazione: Marco Borrani (chitarra), Marco Mangone (chitarra), Andrea Cipolla (chitarra), Andrea Esposito (basso), Massimiliano Buffolino (tastiere) Fabio Mociatti (batteria e vocalist).
I membri della band provengono da diverse esperienze e generi ma si dedicano sin da subito a sonorità death ma con influenze funky, progressive e melodiche.  Nel giugno del 1994 esce il loro primo album ‘Simphony of Pain’ .
Purtroppo la band subito dopo si sciogle, fino al 2013 quando avviene una re-union per merito di Massimiliano Buffolino e Marco Borrani che ricostituiscono la band con nuovi elementi, per riprendere da dove hanno lasciato.
Nello stesso anno, la band firma un contratto di 3 anni con Sliptrick Records, ma alcuni problemi (line up, diverse vedute musicali) portano la band alla sua fine (eh già..un'altra volta!).
Ad ogni modo, Marco tiene duro e si rifiuta di rinunciare. In pochissimo tempo, trova nuovi musicisti e forma la nuova line-up dei Gravestone.
Dopo qualche tempo nella sala prove, i "nuovi" Gravestone iniziano la sessione di registrazione di "Proud to be dead", il mini-cd in uscita nel febbraio 2017. Ovviamente, le vicissitudini non sono finite e durante le registrazioni ci sono altri cambi di formazione: Gabriele Maschietti (Crystal Fury), diventa la nuova "ascia" dei Gravestone.
Nel maggio 2017, subito dopo lo spettacolo a Catania con gli "Onslaught", causa di punti di vista diversi, la band decide di sostituire Alessandro alla voce e di sostituirlo con Daniele "er secco" Biagiotti (ex Lunarsea)
Dopo quasi un anno avendo affrontato con lui live di grande prestigio (I Am Morbid, Immolation, Agglutination Metal Festival), Fabrizio Di Carlantonio viene allontanato dalla band per incompatibilita’ di carattere e di approccio verso il progetto Gravestone. Da quel momento entra in formazione il talentuoso David Folchitto (Fleshgod Apocalypse) alla batteria mentre a gennaio 2018 rientra nella band piu’ motivato che mai Massimiliano Buffolino.

Quindi, FINALMENTE (ed a lungo, speriamo!), La Fenice può nuovamente nascere dalle sue ceneri e lo spettacolo può iniziare….

 

- Marco Borrani- Guitar
- Gabriele Maschietti (Crystal Fury) - Guitar
- Daniele Secco Biaggiotti (Lunarsea,) - Voice
- Massimiliano Maax Salvatori (Rosae Crucis, Forgotten Dust) - Bass
- Massimiliano Buffolino - Keyboards
- David Folchitto (Stormlord, Fleshgod Apocalypse) - Drums

Seguici su