Menu

Manca un mese alla quarta edizione di FAT FAT FAT, il festival maceratese dedicato alla black music, con una line-up in grado di dare voce alle sue molteplici angolature.
Da venerdì 2 a domenica 4 agosto le località di Corridonia e Morrovalle saranno il palcoscenico su cui si alterneranno i live e dj set di alcune tra le personalità musicali, italiane e internazionali, che rappresentano un mondo del clubbing sofisticato, all'avanguardia ed in costante ricerca.

Cambio nella lineup di FAT FAT FAT Festival: l'organizzazione comunica che Louie Vega non prenderà parte a questa edizione, al suo posto il celebre dj e producer MOODYMANN, pioniere americano della Techno.

Kenny Dixon Jr, meglio conosciuto come MOODYMANN è uno tra i dj e producer più blasonati nella scena club mondiale. Suoni ed influenze provenienti dalla Motor City hanno senza dubbio forgiato la sua musica (Detroit è la città della Motown records di George Clinton e dei Funkadelic), un ibrido tra House e Techno e Deep fatta di samples Jazz, Funk, Soul e Disco. L’apice di questa sperimentazione è rappresentato dal singolo "Shades of Jae" uscito sulla sua etichetta KDJ assieme ad altri capolavori come "Long Hot Sex Nights", "Don't Be Misled!Q", "Joy Pt. II", "Black Mahogany", "Sunday Morning". Da segnalare le sue frequenti collaborazioni con la "diva" di Detroit Norma Jean Bell, saxofonista, cantante e produttrice. Quello di Moodymann al FAT FAT FAT Festival, dopo l’esibizione del 2017 alla Grancia di Sarrocciano, rappresenta un graditissimo ritorno.

VENUES
Grancia di Sarrocciano (Corridonia)
e Piazza Vittorio Emanuele II (Morrovalle) sono due tra i siti più storici e centrali dell'area.
GRANCIA DI SARROCCIANO è un luogo che trasuda storia: dal periodo romano, quando Pausulae (antico nome di Corridonia), grazie alla sua strategica posizione geografica, era un nevralgico centro di scambio oltre che sede episcopale a quello medievale, durante il quale i monaci cistercensi di Fiastra costruirono una grande fattoria risalente al XII secolo. Nella piana del fiume Chienti, al confine tra i territori di Corridonia e Morrovalle, oggi si trova un complesso di strutture (ricostruito dopo il 1500 e modificato di nuovo nel XVIII secolo) che da quei tempi antichi eredita il nome: “Sarrocciano" dall'antica Roma, "Grancia" dal Medioevo.
Il Giardino della Sgugola è una delle location più suggestive del festival, uno spazio all'interno della Grancia dove è possibile rilassarsi e cercare di entrare in contatto con la musica. Selezioni sperimentali e molto inusuali sono il comune denominatore di tutti gli artisti chiamati a esibirsi in questo luogo.

Piazza Vittorio Emanuele II è il centro della vita della comunità. Di origini altomedievali, la piazza ha subito nel tempo importanti cambiamenti, arricchendo la sua pianificazione urbanistica con edifici che simboleggiano il potere ecclesiastico, civile e politico. Dalle prime fondamenta del "ministrum de Valle" (X secolo), la piazza conservò il suo ruolo di centro nevralgico della città di Morrovalle (titolo acquisito nel 2009). Qui si svolge la prima serata di FAT FAT FAT.

FOOD

Cultura popolare e cibo da sempre sono strettamente connessi fra di loro: niente come le tradizioni culinarie locali spiegano e comunicano al meglio il territorio e la sua identità culturale. Promuovere la regione Marche anche e soprattuto attraverso la riscoperta delle tradizioni culinarie ed i prodotti locali, come vincisgrassi (lasagna tipica del posto) ciauscolo (salame spalmabile) sono parti integranti della mission in grado di rendere ancora più autentica l’esperienza immersiva al FAT FAT FAT Festival. 

 

BIGLIETTI

 

Seguici su