Menu

KEAM BANDSTRIBE

 
BT) In che anno si è formata la band?
KM) La band è nata nel 2011, quando abbiamo deciso di dare un nome ed una realtà concreta alle nostre idee ed emozioni. Abbiamo sempre vissuto tutti a stretto contatto soprattutto durante la nostra evoluzione musicale e l'idea di convergere in un progetto comune ci ha dato grinta e stabilità, abbiamo sentito la spinta di creare una base solida da cui partire.

BT) Come mai la scelta di questo nome?
KM) Keam sintetizza in una parola il nostro universo. Il termine viene tradotto con "durevole", è stato scelto senza esitazioni perché descrive la forza d'unione che ci caratterizza in tutte le sue sfumature. Noi identifichiamo in "Keam" la grinta e la compattezza che ci portiamo dentro.

BT) Quali band sono state di ispirazione nella vostra carriera musicale?
KM) Fare una lista è difficile, abbiamo tutti una lunga esperienza musicale alle spalle e le influenze esterne sono state molte, possiamo però dire che siamo sempre stati attratti dal panorama rock statunitense a partire dagli anni '90. Quel susseguirsi di band ha davvero tracciato un sentiero in cui molti, noi compresi, si sono in un modo o nell'altro imbattuti. Saltando da una costa all'altra abbiamo tratto molta ispirazione da questo contesto e continuiamo a beneficiarne e a seguirlo nelle sue ramificazioni. L'inclinazione che abbiamo per gli Stati Uniti è stata coronata in occasione della produzione del nostro album d'esordio, nato dalla collaborazione della nostra Label Mauna Loa con Douglas Ford, affermato produttore americano.

BT) Cosa ne pensate della scena attuale del vostro genere?
KM) Abbiamo un’opinione estremamente positiva della scena rock attuale, aperta mai quanto ora alle contaminazioni più improbabili portando alla luce geniali interpretazioni. L'esplosione di Internet ha permesso la diffusione della musica a livello globale, ha dato spazio ed ha accostato tendenze che difficilmente avrebbero avuto modo di confrontarsi. La tecnologia ci da enormi vantaggi, semplificando e migliorando tutti gli aspetti della produzione musicale . Noi Keam abbiamo da sempre dato molta attenzione alla continua evoluzione di questa realtà, siamo ricettivi e consideriamo una fortuna vivere la scena musicale attuale.

BT) Quali sono le vostre fonti di ispirazione per i testi?
KM) Per la composizione dei testi ci ispiriamo al nostro rapporto con la vita in alcuni dei suoi aspetti, tocchiamo argomenti verso i quali ognuno di noi è sensibile. C'è una forte empatia che ci unisce e che viene automaticamente riversata nei testi, uno sfogo di rabbia, grinta e positività.

BT) Ci sono stati cambiamenti di line-up durante gli anni o la formazione è rimasta invariata?
KM) La line-up non ha mai subito mutamenti, siamo i 5 elementi fondatori della band. A tal proposito vogliamo sottolineare una curiosità che in un certo modo ci caratterizza, ovvero la presenza di due bassisti nella formazione, uno dei quali ha il ruolo di "bass synth".

BT) Quanti concerti ha fatto la band?
KM) Siamo alle soglie di un imminente esordio, il 1° giugno ci sarà il nostro album relase ed inizieremo un tour promozionale che tocca varie città italiane ed europee. Sia lo spettacolo live che i brani saranno inediti e presentati in occasione della pubblicazione.

BT) Cosa ne pensate della scena musicale attuale della vostra città?
KM) E' una realtà sorprendente, nel giro di pochi anni sono nate tante band valide e motivate che hanno suscitato l'interesse di varie etichette discografiche evidenziando il potenziale della scena. Ci sono molti musicisti, c'è tanta musica in giro e nascono posti dove poterla ascoltare al meglio. Questo fermento è un buon auspicio per il futuro ed una certezza del presente.

BT) Parlateci dei progetti presenti e futuri della band
KM) Con l'uscita dell'album abbiamo programmato un tour serrato, la prima parte inizierà a giugno e prevede alcune date in Italia per poi fare tappa in Ungheria e in Germania.

BT) C'è qualche messaggio particolare che volete quindi lasciare in conclusione ai visitatori di BandsTribe?
KM) Questo spazio ci ha permesso di mettere in luce alcuni degli aspetti della nostra identità e del nostro pensiero. Nell'album si avrà modo di ascoltare il suono delle nostre idee tradotte in musica, con l'augurio che possa essere a sua volta d'ispirazione. 

http://www.keam.it/

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.