Menu

EMPYRIOS BANDSTRIBE

 
BT) Quali sono le origini della band?
SM) La band nasce all'incirca dopo il 2000. Per alcuni anni, come molte altre bands, abbiamo suonato prevalentemente cover e fatto piccoli concerti in zona, senza ambizioni particolari. Dopo tanti cambi di lineup e tante vicissitudini tipiche di un gruppo di "giovani" siamo arrivati al primo album uscito nel 2007 sotto Burning Star Records. Ma la vera e propria "nascita artistica" della band ritengo coincida con l'uscita dell'ultimo album, "The Glorious Sickness" nel 2008 per Scarlet Records. Con questo album la lineup è finalmente solida e duratura, e la band si è "assestata" su un genere più personale e definito!

BT) Ci sono alcune bands in particolare a cui vi siete ispirati?
SM) Tantissime a dire il vero. Ogununo di noi ascolta un'infinità di generi e gruppi diversi. Se dovessi dirti ogni musicista che apprezzo non basterebbe l'intervista! Diciamo che limitatamente agli empYrios i gruppi che più influenzano la band sono sicuramente Fear Factory, Meshuggah, Strapping Young Lad, Testament, parlando del lato più estremo in questo caso. Ma anche Symphony X, Malmsteen, e tutti i gruppi più melodici della scena, il tutto mixato con tantissima elettronica e industrial!

BT) Quali tematiche affrontate nei vostri testi?
SM)Cerchiamo in linea di massima di analizzare l'attualità e le problematiche del quotidiano cercando però di rimanere sempre il più astratti possibili… non siamo per lo schierarsi politicamente o cose simili, non siamo così pretenziosi. "The Glorious Sickness" in particolare è però un concept, sempre nel senso più astratto del termine, che racconta la storia di una malattia legata ad un viaggio verso l'inconscio del protagonista… rimandiamo ai testi dell'album per la storia completa! eheh

BT) Cosa ne pensate della situazione attuale del mercato musicale?
SM) Il mercato sta, secondo noi, arrivando al punto di svolta… o di rottura! Nonostante un gruppo si impegni a fare più promozione o date possibili, si vendono sempre meno albums, e questo porta le etichette a investire sempre meno denaro nella band. Quindi spesso il livello "medio" delle produzioni si abbassa e così anche la qualità del prodotto immesso sul mercato. Nonostante questo si stanno sviluppando tantissimi altri metodi "paralleli" al CD: iTunes, mp3, e tantissimi altri canali. Sicuramente le grosse potenze di questo mercato dovranno trovare altri canali distributivi rispetto ai tradizionali! Noi, in qualità di musicisti in questo caso, ci adatteremo a qualunque tipo di supporto o di modalità di vendita, curandoci solamente del lato artistico della band e cercando sempre di dare il massimo!

BT) Parlateci dei vostri impegni live
SM) Come sempre, in Italia è dura avere un'attività continuativa per i live. Stiamo comunque cercando di suonare il più possibile e in più posti possibili, partecipando anche a diversi festival di diversi generi di metal. Poche settimane fa si è concluso un bellissimo festival organizzato dagli stessi gruppi, l'Italian Headbangers Fest, che ha toccato Roma e Reggio Emilia, e stiamo cercando di portare avanti questa tipologia di live, unendo le forze con tante altre bands italiane che meritano di suonare più spesso. Ora siamo più concentrati nel songwriting del nuovo album, ma parteciperemo comunque a festival estivi e a poche e mirate date!

BT) Cosa ne pensate di internet come mezzo di diffusione musicale?
SM) Penso sia la scoperta più importante ed influente degli ultimi 20 anni. Sono sincero, la possibilità di scaricare un intero album in un click è in assoluto una trovata impressionante. Poi come tutte le cose puà essere portata agli estremi, positivi e negativi. Penso si siano create varie tipologie di "downloaders": chi scarica come "preview" e poi si va a comprare l'album, chi scarica indifferentemente senza pensarci e non compra nemmeno un album, ma supporta la band comprando merchandise e cose simili e chi scarica solamente senza supportare nessuno! Ora, prima o poi la gente si renderà conto che se in nessun modo si aiutano le bands e le etichette tutto questo prima o poi scomparirà, e la qualità globale della musica sarà atterrata paurosamente…. quindi in sostanza, io credo molto nell'uso di internet come mezzo di promozione o di diffusione, ma bisognerebbe confidare di più nel buon senso delle persone!

BT) In particolare, quanto ritenete importante la funzione delle webzine e dei magazine come supporto musicale?
SM) Fondamentale. Io da sempre leggo e cerco news e informazioni riguardo alle mie bands preferite attraverso giornali e webzines. Sinceramente vedo che il mercato della stampa cartacea si stia sempre di più assottigliando mentre le webzines stanno acquistando sempre più importanza. Devo dire però che il lato negativo di internet in questo caso è che chiunque può acquistare un dominio e cominciare a scrivere recensioni. Ora, trovo si giusto che ognuno possa dire la sua, ma spesso ci sono persone che si spacciano per "esperti" quando invece non hanno una minima idea di quello che scrivono o dicono…. meno male che accade anche il contrario!

BT) Quali sono i progetti futuri e presenti della band?
SM) Ora siamo concentratissimi sulla composizione del nuovo album, tre quarti di quest'ultimo è completato. Personalmente sono impegnato nella realizzazione del DVD live dei DGM + Best Of in Studio, quindi non appena avrò consegnato il lavoro all'etichetta mi ributterò a capofitto nel disco degli empYrios. Lo step successivo è quello di suonare il più possibile e spargere il verbo empYrios in tutto il mondo! 

BT) Quali sono le vostre impressioni riguardo alle possibilità che i locali offrono per suonare dal vivo? Ritenete siano carenti o che soddisfino le esigenze delle bands?
SM) Come sempre la medaglia ha due facce ben distinte. All'estero mi sono sempre trovato benissimo, con locali ben organizzati, catering e servizi fantastici e trattamenti monetari degni di questo nome! In Italia si va dal centro sociale più incasinato a locali bellissimi, come l'Urban di Perugia o Stazione Birra di Roma per esempio, in cui ti senti veramente a tuo agio sia a livello tecnico che personale. Spero che gli altri locali prendano esempio da posti come questi, che come si vede stanno riscuotendo successo grazie al loro modus operandi!

BT) C'è qualche messaggio particolare che volete lasciare in conclusione ai lettori di Bandstribe?
SM) Niente di particolare tranne… supportate il metal e la musica originale! veniteci a trovare su myspace.com/empyrios o ancora meglio, a qualcuno dei nostri concerti, non ve ne pentirete! e rimanete sintonizzati per il prossimo album… ne vedremo delle belle! ;)

Simone

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.