Menu

MOLTHENI LIVE ROCK EXPERIENCE

 
Orvieto è  avvolta dalla nebbia, quando, alle 22:45 circa, Moltheni e la sua band salgono sul palco per celebrare il terzo appuntamento con Orvieto Rock Experience. Insieme a Gianluca Schiavon alla batteria, Giacomo Fiorenza al basso, Alessandro Fioroni alla chitarra elettrica e Pietro Canali alle tastiere e wurlitzer, Moltheni, che qui apre il tour Ingrediente Novus, dà il meglio di sè. La poesia dell’artista viene messa a nudo e le immagini, evocate dalle sue canzoni, si rincorrono e si susseguono. Il pubblico ascolta, ogni tanto scroscia un applauso, lungo e rumoroso. Le note di Petalo, L’età migliore, Corallo, E poi vienimi a dire che questo amore non è grande come tutto il cielo sopra di noi, e poi ancora L’età migliore, Gli anni del malto, Zona monumentale, Un desiderio innocuo, rimbalzano sulle duecentesche pareti del Palazzo del Capitano del Popolo. Quasi due ore di musica di altissimo livello, tanto che mancare significava perdere un’occasione per sentirsi un po’ più veri e un po’ più felici. A fine concerto, Umberto Giardini è sceso tra il pubblico, siglando autografi e soffermandosi a parlare con i fans. La rassegna continua il 12 dicembre con Giorgio Canali e Rossofuoco, altro gioiellino del panorama indipendente italiano.

 

Lorenzo Stentella

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.