Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online

Menu

ROCKEGGIANDO FEST 2011

 
Il giorno 14 maggio a Eggi di Spoleto si è tenuta la kermesse musicale che oramai da anni è divenuta appuntamento fisso, il Rockeggiando Fest. Come anche le precedenti edizioni, quest’anno grandi nomi hanno partecipato all’evento. Le bands hanno iniziato la loro esibizione nel pomeriggio iniziando con i Zombie Scars che, sin da subito, hanno dato una forte dose di adrenalina al festival. La band, che ha svolto diversi brani propri e anche cover, è stata di particolare gradimento raccogliendo molti consensi positivi tra il pubblico. Dopo i rapidi cambi di palco si sono susseguite diverse band locali e non come ad esempio gli Ibridoma, band prettamente Power, i From The Deep fino ad arrivare all’esibizione degli Adamas band su cui vorrei particolarmente puntare l’attenzione. La band in questione è risultata molto più “aggressiva” e accattivante rispetto ai live precedenti, portando delle sonorità differenti rispetto alle altre band ma che il pubblico ha saputo apprezzare e lodare in tutti i modi. La band ha eseguito diversi brani estratti dal loro ultimo album "Evil All Its" ma anche brani più vecchi. Nota positiva va alla band degli Adamas insieme a quella degliSteel Crow che hanno saputo “riscaldare” a dovere il palco e il pubblico (molto numeroso in fine serata) in previsione delle 2 band che andranno a concludere il festival, ovvero I Kaledon e i DGM. I Kaledon, già di nostra conoscenza in ambito discografico, hanno saputo destreggiarsi sul palco in modo impeccabile! Molteplici sono gli aggettivi per descrivere la band ma energici e travolgenti sono gli aggettivi che hanno caratterizzato la serata. Anche loro hanno presentato moltissimi pezzi dei loro numerosissimi album ma soprattutto del loro ultimo album “CHAPTER 6: The last night on the battlefield”, album che noi di BandsTribe consigliamo a tutti i nostri lettori! Nota curiosa è stata l’esecuzione di una cover dei Queen, We Will Rock You rivisitata in versione Power: risultato finale? Semplicemente eccezionale. Dopo i Kaledon fanno il loro ingresso sul palco i DGM band già di nostra conoscenza e ovviamente il risultato finale non è mai lo stesso rispetto ai precedenti live da noi ascoltati. Un vortice di emozione con l’esecuzione dei loro brani del loro album e con le sonorità molto calde eseguite dal chitarrista Simone Mularoni ma non solo. La voce, calda e pulita, ha saputo dare il meglio (come in tutti i live) regalando al pubblico tutte le più celebri canzoni e non solo come ad esempio Hereafter tratta dall’ultimo album intitolato “Frame”. Che dire: festival ben organizzato e perfetto in tutti gli ambiti, dalla gestione delle band fino ad arrivare alle attività messe a disposizione al pubblico come Merchandising e altri servizi. Il nostro ringraziamento va a tutte le band e, in particolar modo, all’organizzatore Luigi Castellani che ha rilasciato un’intervista per la nostra webzine che vi proproniamo di seguito:

BT: Sguardo d’insieme sul festival: cosa è cambiato e cosa è rimasto uguale negli anni?
LC: I cambi sono stati pochi: il festival è autoprodotto e autofinanziato. Le band si possono esibire come in un contest, e il fine è di promuovere il fest come un luogo di esibizione per le bands. Nonostante tutto e anche le piccole perdite il fest va avanti da 15 anni.

BT: Perché hai scelto i DGM come band headliner dell’evento?
LC: Le ban, specialmente in questa edizione, provengono da un power metal classico e i DGM sono la band giusta per chiudere l’evento in bellezza. Inoltre il chitarrista della band mi ha fatto un’offerta che non ho potuto assolutamente rifiutare!

BT: Nell’augurarti in bocca al lupo per il festival, che progetti hai per il futuro della tua band e del fest?
LC: Il festival speriamo verrà riconfermato per il prossimo anno, e per quanto riguarda la nostra band stiamo attualmente lavorando a dei nuovi pezzi, visto che il nostro ultimo album risale oramai ad un anno fa.

Lopopolo Marco
Federico Cardinali

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.