Menu

RELEASES

Nightfire il primo singolo dei ForeDawn BandsTribe

Da oggi disponibile su YouTube "Nightfire", il primo singolo estratto dal nuovo album omonimo del quartetto milanese FOREDAWN, capitanato dalla voce di Irene, che propone un alternative metal d'eccezione.

 

BIOGRAFIA

La notte cala, silenziosa e inesorabile, ed è con essa che ha inizio una nuova battaglia.
I Foredawn sono guerrieri composti di Luce e Ombra, come tutto ciò che li circonda. Combattono una guerra lunga, dura e silenziosa, nella quale l’ unica arma a disposizione per affrontarla è l’accettazione del proprio essere.
Durante la notte fredda e buia, questo scontro è più vivo che mai.
Nel momento più difficile, in lontananza, si inizia a scorgere il primo chiarore, quell’attimo prima dell’ alba che ridà speranza e vigore ai guerrieri ormai sfiniti dalla battaglia.
I Foredawn capiscono di essere sopravvissuti ancora una volta e raccolgono le residue energie per raccontare, attraverso la musica, tutte le esperienze viste e vissute durante i tumulti.
I suoni energici scaturiti dagli strumenti si intrecciano con la voce, sinuosa e potente, come un serpente stritolatore che si avvolge attorno alla vittima. Il loro animo è presente in ogni battito e in ogni strofa.
L’ombra deve diventare luce affinché ognuno di noi possa, un giorno, brillare nell’oscurità.
I Foredawn sono un'alternative metal band da Milano, nata nel 2017. I componenti suonavano già in altre band dalle quali si sono poi distaccati per poter dare vita ad un nuovo progetto.  Irene e Ivan, fratelli, rispettivamente voce e batteria, partirono già anni indietro a suonare assieme e dalle vecchie formazioni, ne uscirono con Ivan il batterista, per dare luce ai Foredawn.
Il primo lavoro discografico è omonimo ed uscirà il prossimo 23 marzo per The Jack Music Records.

Irene "Ire" Franco: Vocals
Ivan Franco: Drums
Mattia "Tia" Stilo: Guitar
Riccardo Picchi: Guitar




Ascolta "Nightfire" su YouTube >

.be


Questo il commento della band: 
"Nightfire" nasce una sera in sala prove, scritta tutti insieme.
Parla di una persona che per distaccarsi dalla realtà aspetta di lasciarsi andare all’ennesima notte di passione, nella speranza di sentirsi viva, di poter abbandonare paure e debolezze…per un solo momento o per sempre.
Ci si abitua a soffrire…Ci si abitua alle pene…Eppure, se puoi ancora sentire il fuoco dentro di te, significa che sei vivo e che la speranza è l'ultima a morire.



Il singolo è la traccia numero 6 del disco di debutto della band, "Foredawn", che vede alla produzione artistica Emiliano Camellini (Wolf Theory/Mellowtoy) ed è stato registrato e  mixato da Frank Altare presso Aemme Recording di Salvatore Addeo di Lecco e 33Hz Studio di Trezzo Sull'Adda (MI).

 

"Foredawn" uscirà il prossimo 23 marzo per The Jack Music Records e verrà presentato sabato 24 marzo al Legend Club di Milano, per un release party da non perdere, con special guest al basso Gabriel dei Destrage! In apertura Deep As Ocean e Outrider  >https://goo.gl/3V7gnB


Presto ulteriori su:
www.facebook.com/foredawn
www.instagram.com/foredawn_official

Chi l’avrebbe detto mai album d’esordio di Davide Montanari BandsTribe

“Chi l’avrebbe detto mai!”: è uscito l’album d’esordio di Radio Fuori Luogo

Un progetto cantautorale in chiave ironico/sociale con un retrogusto hawaiano

Il 22 gennaio 2018 è uscito su tutti gli stores digitali “Chi l’avrebbe detto mai!”, l’album d’esordio di Radio Fuori Luogo, un progetto cantautorale del marchigiano Davide Montanari. Il disco, autoprodotto dal cantante con la collaborazione di Stefano Dionigi (Quintorigo, Ramazzotti, Antonacci...), abbraccia le esperienze maturate in un tempo denso di stimoli ed incontri durante alcuni viaggi in Africa e Italia.

“Chi l’avrebbe detto mai!” di Radio Fuori Luogo include dieci tracce realizzate dopo alcuni anni di ricerca di una sonorità innovativa che nel tempo ha trovato la sua via in uno stile solare e scanzonato con influenze pop/reggae/rock, pur mantenendo in alcuni brani l’introspezione tipica del cantautorato impegnato (tra le principali influenze musicali troviamo infatti Rino Gaetano, Fabrizio De André, Camerini e altri). Il lavoro discografico del giovane fanese Davide Montanari non è soltanto un album: è un Progetto musicale e sociale collegato al suo percorso di vita, ai suoi sogni, alle speranze e alla volontà di rivalsa per ottenere un futuro migliore. È quindi una “Radio” perché ha lo scopo di trasmettere la voglia di cambiamento e dare parola ad una società che non riesce quasi più a comunicare, ed è “Fuori Luogo” perché non ha bandiera ed unisce le tappe in comune del viaggio umano di Davide con quelle di altre persone. Durante i live di Radio Fuori Luogo lo strumento principale è l’ukulele, accompagnato da un’elettronica vivace con un retrogusto vintage. I concerti sono spesso ravvivati dalla buffa ed al contempo composta presenza di Marley, il piccolo cane di razza carlino, un grande compagno di avventure di Davide, e promettono un’esperienza musicale piacevole ed interessante adatta a diversi contesti e locali. 
Radio Fuori Luogo è attualmente in tour nei principali liveclub della Provincia di Pesaro-Urbino per la presentazione dell’album “Chi l’avrebbe detto mai!”


Cover, Credits and Track-list:

1. Hawaii 
2. Chi l’avrebbe detto mai 
3. Luce tiepida 
4. Orientamento zero 
5. Chiedimi come si sta 
6. Peccato capitale 
7. Cicatrici 
8. Il giullare e il dottore 
9. Fino a qui tutto bene 
10. Arcobaleno (nel silenzio del lavoro)

        

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.