Menu

ALIAS MUNDI BANDSTRIBE

alias mundi2 

Il termine godereccio è quello che necessariamente devo utilizzare se voglio con una parola descrivere questo mini capolavaro degli spoletini Alias Mundi. E finalmente, aggiungerei, un po di sano progressive/rock/metal fatto come si deve. E' un piacere per il sottoscritto introdurre a voi questo demo di soli quattro pezzi che apre ottimamente il varco che porterà ben presto questa band dal publico di nicchia a calcare palchi sempre più rilevanti. Si sente storia in quel che suonano, non potrei descrivere altrimenti la sensazione che si prova a farsi scivolare velocemente (forse anche troppo) questo frullato di tecnica, fantasia e gusto musicale. C'è la storia di gruppi prog/metal moderni che li ha forgiati (vedi Dream Theater), indissolubilmente legata però al peso della storia di un progressive genuino anni '70 (del quale chi scrive è grande appassionato e sostenitore). Sento l'influenza della cultura musicale di tutto rispetto di band come Genesis mescolata a quella più chiassosa e divertente dei Jethro Tull. A tratti spolverate di Twelpht Night per quanto riguarda le atmosfere. Ma non solo, attimi di jazz, fusion, swing, costellano le tracce registrate in questo lavoro, saltando a braccetto con chitarre a volte pesanti ma non troppo, a volte con serrati giri di tastiera davvero fantasiosi e stuzzicanti. A tal proposito un'elogio speciale da parte mia va fatto in particolar modo al tastierista Dario Valocchi, che dire, basta ascoltare la struttura dei suoi interventi, mai scontati! Scorrono i minuti e quasi un brivido lungo la schiena misto a commozione mi avvolge durante "Seed Of Essence", terza traccia. E' stato quasi ritrovare un pezzo dei primi Genesis di Peter Gabriel nascosto in qualche cassetto impolverato, le stesse atmosferche romantiche/vittoriane, gli abbellimenti di voce per l'unico dei quattro brani morbido, non "schitarrato" e deltutto azzeccato sia dal punto di vista dell'arrangiamento che della cronologia dei pezzi registrati! Non so che dire di più, cosa deve fare un povero diavolo come me per convincervi della qualità del lavoro di questi cinque genii musicali, venirvi a prendere a casa e trascinarvi al loro prossimo live? Non tentatemi!!!!!!
 

Titolo: Demo

Anno di uscita: 2010

Brani: 4 tracce

Etichetta: autoprodotto

Contatti: www.aliasmundi.com
www.myspace.com/aliasmundi

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.