Menu

SUNSET BANDSTRIBE

 
Quantomeno genuino e sincero il rock alternativo e contaminato dei novaresi Sunset che escono quest'anno con il loro "Viaggio Libero". A dire il vero un prodotto "facile", non pretenzioso e di immediata fruibilità, e forse la chiave che ne fa un prodotto sincero che, dal canto suo, dona all'ascoltatore ne più ne meno che buone canzoni, testi non troppo impegnati distesi su ottimi riff ed arrangiamenti convinti e convincenti. Se è l'originalità che si richiede a questa band, beh, siamo lungi dall'ottenerla ma questo album resiste proprio grazie alla componente orecchiabile delle quattordici tracce che lo compongono. Un rock californiano, nostalgico, che strizza l'occhio in più parti ai primi Negrita e ai Timoria (per fare qualche esempio) e comunque a tutto quel movimento alternative del sottobosco musicale nostrano derivante direttamente dalla seconda metà degli anni '90. Divertente? Forse si, i testi, più maturi, sono immediati e puliti rispetto al songwriting che li contrastistinse in passato, le chitarre graffianti si limitano a svolgere il mestiere di puro accompagnamento senza emergere mai, quasi a non disturbare l'atmosfera "wild" creata. Le collaborazioni importanti come Jennifer Batten o Graham Bonnet sono un'ulteriore step per la completezza del lavoro svolto, i contributi sono azzeccati e ben dosati, sapientemente incastonati tanto da non appesantire le composizioni. Un buon album, consigliato a quanti vogliano ritornare con le orecchie a quei canoni del rock puro troppo spesso snaturalizzato e compromesso da sempre nuove mode e tendenze.

Titolo album: Viaggio Libero
Tracce: 14
Etichetta: Raw Lines 
Anno di pubblicazione: 2012
Sito: www.myspace.com/sunsethardrock

Alessandro Marchi

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.