Menu

MOSCHE - SENZA ALI - BANDSTRIBE

15178975 1810403385914991 6310617880189835048 n

Avete presente quando vi ritrovate per le mani un disco da cui vi aspettate una certa cosa e invece vi offre tutt’altro? Ebbene, mi è successo di nuovo e questa volta le Mosche mi hanno giocato il tiro. “Senza ali” è il loro primo lavoro in studio e, per essere il primo, siamo di fronte ad una grossa dose di talento, spalmata in ben dieci tracce di rock più o meno melodico, figlio di quel rock anni ’90 alla Garbage. Ma non solo, dato che le varianti sono innumerevoli. I testi in italiano parlano della disillusione della moderna società, “La musica delle Mosche mira a rivelare ciò che è più fastidioso del pensiero comune e individuale.”, così dice la loro biografia ed è tutto vero; tralasciando per un attimo tutte quelle band che operano nell’underground più cupo e profondo e che abbracciano generi decisamente più estremi, le Mosche sono una voce decisamente fuori dal coro, vi sfido a trovare una band di genere con queste tematiche. Parlando della musica in sé, il disco mi piace molto, ha grandi incursioni elettroniche oltre a quelle elettriche, sempre e comunque predominanti, ma è l’uso sapiente dell’effettistica a dare un valore aggiunto a tutto il disco e alcune righe fa parlavo delle varianti: sentitevi “Talent” e ascoltate bene quale piega prende il brano! Nel lotto c’è pure una cover di lusso: “Il mare d’Inverno” di Enrico Ruggeri e devo dire che anche qui la band se l’è giocata bene. “Vedi Sara” mette il punto finale a un disco veloce e che si lascia ascoltare come solo pochi altri sanno fare.

 

Album: “Senza ali”

Band: Mosche

Totale tracce: 10

Produzione: Sunflower Music Lab

Contatti: https://www.facebook.com/lemoschedigolding/, http://www.lemoschediroma.com/

        

Accedi or Iscriviti

Accedi con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Continuando con la navigazione, l'utente accetta di utilizzare i cookie.